Scenografia

Il corso di studi intende sviluppare conoscenze e abilità legate ai processi ideativi, progettuali e operativi specifici della scenografia e dell’allestimento scenico, dello spettacolo, del Teatro e del Cinema, coniugando le esigenze estetiche e concettuali con le necessità strutturali, testuali, registiche, comunicative, funzionali ed architettoniche. 

Si condurrà lo studente verso l’applicazione delle procedure necessarie all’ambientazione scenica, all’ideazione e alla realizzazione di elementi pittorici e plastici, di costruzioni strutturali ed inserimenti multimediali funzionali alla scenografia, ideati su tema assegnato.

Il corso consentirà agli studenti di saper gestire autonomamente l’intero iter progettuale di un’opera scenografica, di un elemento scenico o dell’allestimento di spazi destinati all’esposizione, dall’adattamento del testo alla realizzazione dell’opera in scala tridimensionale o al vero, passando dagli schizzi preliminari, dai disegni definitivi e quelli tecnici di restituzione geometrica, sia manuali che informatizzati, dal plastico e dalla campionatura dei materiali, coordinando i periodi di produzione scanditi dal rapporto sinergico tra la disciplina ed il laboratorio.

Si approfondirà la conoscenza e l’uso delle tecniche, degli strumenti e dei materiali tradizionali e contemporanei, pertanto sarà indispensabile proseguire lo studio delle tecniche artistiche affrontate durante il primo biennio, sia per le esigenze creative, sia per le modalità di presentazione del progetto grafico, individuando le tecniche, i materiali, gli strumenti, le strumentazioni artigianali e le tecnologie multimediali più adeguati. E’ necessario che lo studente acquisisca la capacità di utilizzare la terminologia tecnica inerente la scenografia e conosca la funzione di strutture e di tecnologie che costituiscono la “macchina scenica”.

L’uso delle tecniche, dei materiali e delle tecnologie per la progettazione e realizzazione laboratoriale degli elementi scenici, è integrato dallo studio delle radici storiche e delle linee dello sviluppo nel tempo della progettazione scenografica.

E’ auspicabile infine che lo studente sviluppi una ricerca artistica individuale o di gruppo, scegliendo autonomamente i testi di riferimento, l’opera o il prodotto da valorizzare attraverso l’allestimento scenografico o espositivo; che conosca i principi della illuminotecnica e del costume, nonché delle tecnologie multimediali.

 

Il diploma d’indirizzo di Scenografia consente l’accesso a tutte le facoltà universitarie, propedeutico all'Accademia di Belle Arti indirizzo scenografia e al Centro Sperimentale di Cinematografia, trova il naturale proseguimento degli studi anche in istituti come l'ISIA (Istituto Superiore per le Industrie Artistiche), il DAMS, l’Accademia di Belle Arti e nonchè nelle scuole private dell'Istituto Europeo di Design (IED) o nei corsi di specializzazione post-diploma e di formazione regionale.

Valutabile quale titolo di scuola superiore in concorsi per l’impiego pubblico e privato, il diploma risulta inoltre immediatamente spendibile in molteplici settori che richiedano competenze di base negli allestimenti per lo spettacolo (teatro, cinema, televisione) manifestazioni, musei, ecc. e nei settori relativi all’arredamento d’interni.