CROCE ABSIDALE – UN CANTO ALL’IMBRUNIRE

In data 22 settembre, presso la Chiesa del SS. Crocifisso di Ancona, nello storico quartiere Archi, la nostra Scuola ha inaugurato una grande opera a carattere religioso e pubblico. Una Croce absidale (un Rosone ideale) progettata nel corso dell’anno scolastico 2016/17 e realizzata nel corrente anno, dagli studenti della classe VA - Arti Figurative, coordinati dal Prof. Nicola Farina.

La committenza nasce da una richiesta del Parroco don Davide Duca, grazie al prezioso suggerimento della nostra collega Prof.ssa Maria Rosaria Berzolari. Il lavoro, particolarmente impegnativo si è potuto avvalere di importanti sponsor che ne hanno consentito la produzione (il Rotary Club Ancona - Conero; la Marinadorica; la Falegnameria Iencinella) ed ha dovuto sostenere approfonditi esami affinché potesse conseguire la legittimazione di opera d’arte con significato liturgico, collocabile e fruibile in uno spazio sacro. Nel lungo iter condotto, l’opera ha avuto una prima validazione da parte dell’Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Ancona - Osimo, in un intenso e proficuo confronto con il Direttore don Luca Bottegoni. Confrontandosi successivamente con la lettura critica di Padre Andrea Dall’Asta, Direttore del Museo d’Arte liturgica contemporanea San Fedele di Milano, che ne ha condiviso i contenuti ed apprezzato il linguaggio estetico sperimentale (la Croce è realizzata con tecniche digitali e tradizionali: stampa serigrafica su alluminio e plexiglass - grano applicato richiamando la creazione dei carri allegorici delle feste religiose popolari).

Infine, sorpresi ed emozionati, abbiamo appreso che la Croce absidale, attraverso Padre Dall’Asta, attivo anche nel ruolo di consulente presso il Vaticano nelle relazioni fra Chiesa ed Arte contemporanea, era giunta all’attenzione del Pontificio Consiglio della Cultura, dove il diretto intervento del Presidente Cardinale Gianfranco Ravasi ci ha conferito, inviandoci la comunicazione in una personale missiva, il prestigioso Patrocinio.

Ma soprattutto l’orgoglio di noi tutti è nell’aver dedicato questo lavoro al nostro caro collega ed amico Prof. Bruno Cantarini, che ci ha lasciati eredi e custodi di una visione della vita profonda e luminosa.

In questa Croce che abbiamo intitolato Un Canto all’Imbrunire, titolo nato nel nome di Bruno, per il nome di Bruno, la speranza di rappresentarne e proseguirne i’inestimabile insegnamento.

Il Depliant